Internet

7 fattori importanti che devi sapere per classificare le tue parole chiave

vuoto

Se sei un imprenditore, è necessario possedere un sito web per stare al passo con i concorrenti e assumere un Agenzia SEO di Singapore è una mossa prudente. Al giorno d'oggi in cui gli algoritmi di Hummingbird, Penguin e Panda determinano il flusso del gioco, ottenere un buon posizionamento per le parole chiave target richiede un approccio sistematico e un'ottimizzazione strategica dei motori di ricerca (SEO). Per essere franchi, la SEO rimane formidabile come sempre nonostante alcune affermazioni che sia già morta.

Ecco i sette passaggi importanti che devi seguire per ottenere un migliore posizionamento delle parole chiave.

Passaggio 1: ricerca le parole chiave giuste da utilizzare

Avere le giuste parole chiave da utilizzare è importante per ottimizzare il tuo sito e devi cercare quelle più adatte da utilizzare. Devi fare quanto segue:

- Puoi iniziare con un elenco di parole chiave per creare un portfolio di parole chiave. Presenta il tuo elenco di parole chiave in un foglio di calcolo (foglio di Google Drive o Excel) che include anche le parole chiave utilizzate dai tuoi concorrenti.

- Dagli Strumenti per i Webmaster di Google o GWT del tuo sito, estrai le parole chiave che lasciano impressioni profonde e aggiungile al foglio di lavoro.

- È possibile utilizzare BrightEdge Data Cube per eseguire una ricerca sul proprio sito Web per parole chiave che le classificano e aggiungerle al foglio di calcolo. Fai lo stesso con il sito web dei tuoi concorrenti.

- Uso Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google Strumento per cercare e scoprire più parole chiave che puoi utilizzare e aggiungerle al tuo elenco.

- Disporre le parole chiave in base alle categorie, come notizie, servizi e prodotti.

Passaggio 2: crea la struttura del sito ottimizzata

Una struttura del sito ottimizzata può aiutare motori di ricerca capire l'intenzione del tuo sito. Organizzare la struttura del tuo sito in base a parole chiave e categorie mirate può aiutare i motori di ricerca ad abbinare il tuo sito alla query dell'utente. Devi:

- Rendi chiaro il tema generale del tuo sito web includendo le tue parole chiave più generali.

- Definire le principali categorie e sottocategorie in base a parole chiave specifiche.

- Includi parole chiave a coda lunga e più raffinate per ottimizzare ogni pagina web.

Passaggio 3: condurre l'audit dei contenuti SEO

Questo in realtà è un passaggio facoltativo, ma aiuta molto a valutare i contenuti che non contribuiscono in alcun modo al tuo posizionamento e quelli che si comportano bene. Può aiutarti a creare contenuti migliori utilizzando le parole chiave che si posizionano.

Dall'audit dei contenuti, devi spostare i dati che hai raccolto in un foglio di calcolo e organizzarli. È necessario analizzare la velocità della pagina, le conversioni, le frequenze di rimbalzo, le visite organiche e le visualizzazioni di pagina.

Devi concentrarti sulle prestazioni delle pagine web che sono vitali per la tua attività. Devi anche monitorare i post del tuo blog e misurare le loro condivisioni su Facebook, i +1 e le condivisioni di Google, la quantità e la qualità dei backlink, i tweet e i retweet. I motori di ricerca fanno riferimento anche a queste cose per determinare la credibilità dei tuoi contenuti e la tua autorità nel fornire contenuti pertinenti e tempestivi.

Passaggio 4: crea un contenuto ottimizzato

Per creare contenuti ottimizzati, devi:

- Prova a scrivere più di 250 parole per fornire alle parole chiave pertinenti e target l'ottimizzazione di cui hanno bisogno. Tuttavia, è necessario evitare contenuti soffici e parole chiave in eccesso.

- Assicurati di produrre contenuti unici e non dovresti replicare la tua descrizione Meta anche se il contenuto è la continuazione di quella precedente.

- Il video e le immagini che utilizzerai devono avere titoli, tag e descrizioni scritti che forniscano informazioni corrette affinché i motori di ricerca comprendano i loro contenuti.

- Durante la strutturazione dell'intestazione e del sottotitolo, utilizza la gerarchia dei tag H1, H2 e H3.

- Approfitta dell'utilizzo di link interni per collegare le tue pagine web quando applicabile.

- Crea e presenta una mappa del sito XML che informi i motori di ricerca sul contenuto di ogni pagina del tuo sito web.

Passaggio 5: creare guadagni di collegamento

Puoi guadagnare link quando crei contenuti che altri desiderano esprimere un voto di fiducia o associarsi tramite link ad esso. I link in entrata possono essere al tuo post del blog, alla pagina dei servizi, alla pagina dei prodotti o alla home page. Devi anche gestire i tuoi backlink e assicurarti di poter ottenere una notevole quantità di backlink di qualità.

Passaggio 6: gestisci i tuoi social media

Avere una buona visibilità e costruire una buona reputazione su numerosi piattaforme di social media può aiutarti a creare un'immagine che sei l'autorità giusta per consultare riguardo a una particolare nicchia. Il numero di condivisioni e di visitatori del sito dopo che il tuo pubblico ha letto i tuoi post nei tuoi account di social media può farti sembrare bello agli occhi dei motori di ricerca, come Google.

Passaggio 7: monitora le tue prestazioni

Non è sufficiente fare solo i primi sei passaggi e sedersi pigramente in attesa. È fondamentale monitorare le tue prestazioni. Puoi chiedere aiuto a un'agenzia SEO che utilizza una serie di strumenti di analisi e reportistica per svolgere il lavoro. Devi sapere quale pagina web necessita di ulteriore ottimizzazione, parole chiave che si classificano veramente e quelle che non fanno molto e altre cose che possono aiutarti a migliorare il tuo sito web.

Per mantenere o ottenere un buon posizionamento, è necessario rivedere ogni passaggio in un determinato periodo di tempo per mantenere le migliori prestazioni dei contenuti SEO.

vuoto

Staff editoriale

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento