Internet

Cos'è la Buyer's Persona e perché è importante nel 2020?

vuoto

Un buyer persona è il profilo acquirente ideale che crei per identificare gusti e preferenze e quindi essere in grado di definire una strategia di marketing.

Parlare sarà sempre molto più facile che farlo, ed è una tattica di marketing molto fondamentale che devi essere più pratico che limitarti a dirlo.

Sicuramente hai sentito o letto, molto di cui hai bisogno per entrare in empatia con il tuo potenziale cliente per acquistare le tue idee ed è vero, e il problema è metterlo in pratica.

Se vuoi saperne di più su come analizzare la personalità dell'acquirente, puoi contattare SEO Dubai. C'è molta strada da ciò che è stato detto a ciò che è stato fatto, e forse non è che tu non abbia la capacità di creare quell'affinità tra la tua azienda ei suoi potenziali clienti.

Ma semplicemente che non hai definito chi vuoi vendere o per chi hai progettato la tua offerta.

"Il mio prodotto viene acquistato da tutti"

Ti rendi conto? Non tutti hanno bisogno di ciò che vendi, e non è male, perché non è necessario convincere l'intero universo degli acquirenti affinché la tua attività abbia successo.

Quindi, devi mettere da parte l'idea che il tuo prodotto possa essere venduto a tutti e iniziare a definire.

In seguito vedrai che anche la posizione geografica della persona determina se fa parte del tuo mercato di riferimento, nonostante soddisfi il resto del profilo del tuo Acquirente personale.

Acquirente cosa? Cos'è una persona acquirente?

Un Buyer person non è altro che un profilo acquirente ideale che crei per identificare i gusti e le preferenze dei tuoi potenziali clienti e quindi poter definire una strategia per favorire l'empatia di cui parlavo all'inizio.

Potresti trovare altre definizioni, ma per me è un modo molto semplice per spiegarlo. Fondamentalmente, l'acquirente è un personaggio immaginario che assomiglia molto a quel mercato che vuoi convincere.

Perché definire una persona acquirente?

Ho già avanzato la risposta a questa domanda. Definire il tuo cliente ideale ti aiuterà a creare strategie per promuovere l'empatia tra le parti.

Se conosci le esigenze e i desideri dei tuoi potenziali clienti, è più facile ideare una campagna di marketing con cui si sentano identificati. Un esperto SEO può aiutarti a identificare meglio la persona dell'acquirente e come trarne vantaggi.

In effetti, è molto utile, per non dire indispensabile, nelle campagne di marketing digitale, poiché ti aiuta a segmentare a chi mostri pubblicità - se lo fai - ea progettare il tuo sito web e i tuoi profili social in modo conforme al mercato aspettative.

Come vedrai, la Buyer persona viene utilizzata per tutto ciò che ha a che fare con il business, è anche l'ispirazione per offrire un prodotto o servizio molto utile e di alta qualità, adattato a ciò di cui ha bisogno e diverso da ciò che offre la concorrenza .

Creazione del profilo del tuo acquirente personale

È molto facile definire una persona acquirente, ma come lo creo? So che lo stai pensando proprio ora. Bene, in questo momento spiegherò come creare questo profilo in modo che la tua attività sia sulla strada giusta.

Troverai molti moduli per creare una persona acquirente, ma l'importante è che tu capisca cosa c'è dietro a tutti loro.

Un buon Buyer è il risultato della riflessione come azienda e dello studio del mercato; il mio suggerimento è di non dare per scontato nulla di cui non sei sicuro, di confermare sempre le tue convinzioni.

Creare un profilo acquirente personale di base

Come tutto, inizia sempre con il più elementare, in questo caso, metti un nome, un'età e un sesso sul tuo acquirente personale.

Ad esempio, voglio vendere allarmi per case, chi è il mio acquirente personale? Direi che è:

  • Nome: Maria
  • Età: anni 40
  • Genere femminile
  • stato civile: sposato

Forse ti starai chiedendo perché Maria, 40 anni? E in quel caso, ti sei reso conto che un nome, un sesso e un'età non sono sufficienti per definire chi ti compra, continuiamo a definire di più.

Occupazione, ubicazione e livello di reddito

Quando parliamo di acquirenti ideali, immaginalo con caratteristiche specifiche.

Ad esempio, considero Sara una professionista e lavora in ufficio dal lunedì al venerdì. Sara gestisce anche la sua casa e il suo reddito è medio.

  • Professione: professionale, lavoro d'ufficio (supervisore, manager)
  • Ubicazione: Barcelona, ​​Spain
  • Livello di reddito: medio-alto

Perché queste caratteristiche? Semplice, perché vendo allarmi per la casa e so (o ho indagato) che gli allarmi sono un sistema che non può essere pagato da tutti.

E questo genera anche interesse per le persone che sono lontane da casa per lunghi periodi di tempo; un sistema di allarme può garantirti molta più sicurezza.

Penso a Maria, perché le donne tendono ad essere più preoccupate della sicurezza domestica, sicuramente Maria è una madre e una moglie, e non vuole che la sua famiglia si trovi in ​​una situazione pericolosa.

Ho scelto Barcellona perché il mio negozio è lì, vado a casa e non posso trasferirmi in un'altra città della Spagna.

Hai notato che non vendo più allarmi a tutti, ora li vendo a qualcuno che può essere veramente interessato; è la persona che devo convincere, ma per questo devo definire ancora di più?

Ma prima di chiederti, cosa importa dove vivo? A volte puoi usare la posizione per porre un problema specifico e la sua soluzione, che crea empatia.

Interessi, aspettative e abitudini di acquisto e consumo del mio acquirente personale

Te l'ho detto, devi creare empatia e quindi devi sapere cosa piace al tuo cliente, direi che devi avere in comune qualche argomento affinché avvenga la comunicazione.

In questo caso, ho pensato e indagato, e ho concluso che Maria è interessata al mio prodotto perché è una persona preoccupata per la sicurezza.

Lo so perché María visita i blog sulla sicurezza, condivide informazioni a riguardo sulle sue reti e vedeva allarmi in un negozio online della mia concorrenza.

Molto probabilmente Maria sta valutando i pro ei contro della mia concorrenza per vedere se decide di acquistare o meno.

Ovviamente, Maria di solito cerca prodotti per la sicurezza su Internet ed è abituata a fare acquisti online.

  • Interessi: mantenere la sua casa al sicuro, creare uno spazio in cui lei e la sua famiglia siano al sicuro. Nuove tecnologie e tempo di qualità con la tua famiglia.
  • Aspettative: un sistema di sicurezza (allarmi) efficace per la tua casa, che abbia un buon rapporto tra prezzo e qualità, anche se sei disposto a pagare un po 'di più se necessario.
  • Dove cerchi soluzioni: su Internet, controlla i blog sulla sicurezza domestica e i negozi virtuali che offrono questi prodotti, controlla e condividi informazioni anche sui social network.

Analizza il potere d'acquisto

Questo punto ci tengo a precisare ancora di più perché devi capire che i tuoi prodotti non sono per tutti.

Dovresti definire chi vuoi vendere. Il motivo è che in questo modo non perdi tempo con altri mercati che non sono interessati ai tuoi servizi.

Ad esempio, stai offrendo un prodotto di lusso e di alta qualità.

Quindi dovresti rivolgere la tua attenzione a quei consumatori che sono disposti a investire un po 'di più e non a quelli che acquistano il più economico che trovano.

Ora sì, abbiamo già un profilo acquirente personale con il quale puoi iniziare a progettare la strategia di marketing. Ti ho dato il più basilare se vuoi puoi espandere le informazioni quanto ritieni necessario.

Più di una persona acquirente? Pensa a ciò che li unisce

Uno dei principali svantaggi che le aziende incontrano quando creano un acquirente personale è che si rendono conto che ci sono profili diversi da quelli a cui vogliono vendere.

Ad esempio, mi sono reso conto che sebbene María sia un buon acquirente, Pedro, che ha un'azienda, è anche una persona a cui posso offrire i miei prodotti.

In tal caso, puoi creare diversi profili, ma a livello di strategia, guarda cosa li unisce, in questo caso, la necessità di essere sicuri.

È probabile che dovresti lanciare campagne diverse per ogni gruppo, ad esempio evidenziando i vantaggi dei miei allarmi per la casa e le aziende.

Infatti, a livello di pubblicità su Internet, potresti creare diversi gruppi di annunci a seconda del pubblico che vuoi attaccare, oppure unire tutti i tuoi obiettivi e in base a ciò che li unisce.

Chi paga non è chi consuma cosa devo fare?

Questo è un problema molto comune, soprattutto quando vendiamo prodotti per bambini. Ad esempio, se vendi giocattoli, devi convincere il bambino a dire ai suoi genitori di comprarli.

Il prodotto deve essere buono sia per il bambino che giocherà sia per il genitore che lo pagherà.

Devi sedurre il bambino con le possibilità di divertimento; genitori con un buon rapporto qualità-prezzo.

Personalmente, penso che la definizione sia sempre fatta sull'utente finale e non su chi acquista, ma se devi chiarire a chi paga, sarebbe una soluzione interessante per chi consumerà il prodotto o servizio.

Dove posso trovare informazioni sul mio mercato di riferimento?

Quando stavo definendo la persona Acquirente ho assunto informazioni che mi aiutassero al lavoro; Dovresti cercare quei dati che supportano le tue convinzioni, ma dove?

Se hai già un'azienda, sicuramente hai dei dati su chi accede al tuo sito, o sui tuoi social, che ti aiuteranno a definire la Buyer persona.

Indubbiamente, dovresti fare ricerche di mercato approfondite. Molte volte dovrai interrogare questi potenziali clienti su cosa si aspettano dai prodotti che vendi per definire il tuo piano di attacco.

Ad esempio, puoi utilizzare piattaforme come Quora, che non è altro che un sistema di sondaggi online che può aiutarti a raccogliere informazioni sui gusti e le preferenze dei tuoi potenziali clienti (utili anche i social network).

Una strategia che puoi utilizzare è studiare i clienti. Studia quali clienti utilizzano i prodotti della concorrenza. Crea un elenco di questi acquirenti perché ti aiuterà a definire l'acquirente ideale.

Su Internet esistono sistemi come Similar Web, Ahref e altri che ti aiutano ad analizzare la concorrenza.

Tuttavia, se lo vediamo da un punto di vista tecnico, dobbiamo identificare da dove provengono questi visitatori. Qual è il loro sesso, maschio o femmina? Qual è il volume del traffico, ecc.?

Nei social network come Facebook, ci sono anche informazioni sul pubblico, se le analizzi sarai in grado di determinare chi è più interessato a ciò che stai vendendo e puoi pianificare di attirare molti più potenziali acquirenti.

Ho il mio acquirente personale, e ora?

Una volta definito il tuo acquirente personale, usalo per quello che ho menzionato in precedenza.

Puoi pianificare di fare pubblicità in modo più efficiente, puoi creare una pagina Web che trasmetta meglio il messaggio che i tuoi potenziali clienti si aspettano di ricevere.

Puoi progettare il discorso che intendi fare per convincerli (a livello di tono del messaggio), puoi pianificare strategie di contenuto per offrire informazioni rilevanti e che aiutano a convertirli in clienti.

Soprattutto, puoi analizzare i tuoi prodotti e servizi per determinare in che misura soddisfano le aspettative del mercato e studiare la possibilità di aggiungere valore in base a ciò che i tuoi clienti vogliono e non ottengono dalla concorrenza.

Ora, puoi vedere che ci sono molti dettagli da considerare insieme al tuo web design e sviluppo.

vuoto

Staff editoriale

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento